Cerca
  • Maura del Serra

Utopia e tradizione

[...] Utopia e tradizione " i due assi cartesiani di una croce ideale al cui centro c'è la paorla poetica e l'espressione artistica in tutte le sue componenti" sono le due coordinate attraverso le quali Maura Del Serra ha tratteggiato una vera e propria ricognizione della poesia europea dallo Stil Novo ai nostri giorni. Utopia e tradizione appaiono nell'interpretazione della Del Serra i due principi non in antitesi ma "in interazione reciproca e feconda" nella produzione poetica: l'uno ad indicare "la componente aerea, luminosa, verticale, più individualmente creatrice", l'altro "la componente orizzontale e materica, il frame, la catena, la struttura [...]. La proposta della Del Serra è il ritorno ad una poesia che recuperi un rapporto profondo con la realtà, che torni ad essere una "parola-cosa". "La parola deve essere capace di portare luce alla realtà perché la realtà a sua volta porti luce alla parola". Come l'uomo a cui è negato il sogno impazzisce, ha concluso la Del Serra "allo stesso modo impazzisce la società che emargina, che impedisce ai suoi poeti di parlare."


MARIANGELA MARAVIGLIA

"Il Tirreno" (Pistoia / "Cultura e Spettacoli")

16 gennaio 1990

0 visualizzazioni